giugno
23
2022

I 10 Paesi più sicuri al mondo per i viaggi LGBTQ
23 giugno 2022
da Lachlan

I 10 Paesi più sicuri al mondo per i viaggi LGBTQ

Qui a misterb&b non c'è bisogno di dire che siamo dipendenti dai viaggi. Cosa c'è di più eccitante che esplorare il quartiere gay di una nuova città, stringere nuovi legami con un host misterb&b affine, assaggiare la cucina locale o esplorare la scena LGBTQ di una nuova destinazione? Non molto, diciamo noi!

Sebbene il mondo abbia fatto notevoli progressi in termini di diritti LGBTQ e di sicurezza generale dei viaggi LGBTQ, molti paesi sono ancora più sicuri di altri. Purtroppo 69 paesi criminalizzano ancora l'omosessualità, quindi è bene sapere quali sono i paesi del mondo migliori da visitare come viaggiatori LGBTQ.

Utilizzando i risultati del definitivo "Indice di sicurezza dei viaggi LGBTQ+" di Asher & Lyric, che prende in considerazione fattori quali l'uguaglianza matrimoniale, le tutele dei lavoratori, le leggi anti-discriminazione e altro ancora, ecco una lista dei 10 Paesi più sicuri (e meno sicuri) del mondo da visitare (e da evitare) come viaggiatori LGBTQ. Ci sono alcune rivelazioni interessanti!

 

Canada

Oh Canada, ti amiamo così tanto! Il 20 luglio 2005, il Canada è stato il primo paese al di fuori dell'Europa a legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso: questo sì che è da festeggiare!

©Flickr/Hubert Figuière

Ma non è solo l'indice di Asher & Lyric a posizionare il Canada in alto. Secondo Equaldex, il Canada ha tutte le carte in regola per quanto riguarda i diritti e le tutele LGBTQ. Parliamo di matrimoni gay legali, adozioni e riconoscimento del genere non binario, oltre a leggi antidiscriminatorie in ambito lavorativo, abitativo e militare.

PRENOTA ORA IL TUO SOGGIORNO IN CANADA

Svezia

Quando pensi alla Svezia, probabilmente ti vengono in mente i fiordi naturali, l'aurora boreale e gli Abba. Ma questo paese nordico è anche orgogliosamente al secondo posto per quanto riguarda la sicurezza dei viaggi LGBTQ. Ora c'è un motivo in più per avventurarsi a nord!

L'ultima mappa arcobalenodi ILGA Europe per il 2022 ha attribuito alla Svezia un punteggio del 68% per quanto riguarda l'accoglienza LGBTQ complessiva. Il Paese ha ottenuto buoni risultati in diversi criteri, tra cui l'uguaglianza del matrimonio, l'adozione congiunta e le importanti leggi in materia di uguaglianza e non discriminazione. Allora ci vediamo nella sognante Stoccolma?

PRENOTA ORA IL TUO SOGGIORNO IN SVEZIA

 

Paesi Bassi

Per quanto riguarda i paesi liberali in tutto il mondo, i Paesi Bassi sono in prima linea. Dopo tutto, è stato il primo paese al mondo a legalizzare il matrimonio gay nel 2001, creando un precedente che molti altri paesi europei hanno seguito.

Anche se di dimensioni relativamente piccole, i Paesi Bassi sono più che mai importanti per la sicurezza LGBTQ. L'indice di Asher & Lyric indica un'ottima protezione dei lavoratori, il riconoscimento e le leggi sull'identità legale dei transgender e la criminalizzazione della violenza. Quindi, che si tratti di Amsterdam, Rotterdam, Utrecht o di una via di mezzo, è decisamente giunto il momento di visitare i Paesi Bassi.

PRENOTA ORA IL TUO SOGGIORNO nei Paesi Bassi

 

Malta

Potresti non pensarlo, ma Malta è estremamente LGBTQ-friendly. Tanto che ILGA Europe l'ha classificata come il paese più LGBTQ-friendly d'Europa nel 2022 per il settimo anno consecutivo. Ci credi ora? Sebbene l'indice di viaggio di Asher & Lyric la collochi al quarto posto tra i paesi più sicuri al mondo da visitare per i viaggiatori LGBTQ, una posizione nella top 5 merita comunque un applauso.

©World_Mappers

Goditi la capitale storica dell'isola, La Valletta, e viaggia in tutta tranquillità, sapendo che Malta ha portato la sua amicizia e le sue protezioni LGBTQ a un livello superiore. Pensa al matrimonio gay legale dal 2017, alla criminalizzazione della violenza LGBTQ e a un tasso di omicidi trans pari a 0! Quindi se stai sognando un'isola al sole, dove sentirti a tuo agio, Malta fa al caso tuo.

Prenota ora il tuo soggiorno a malta

Portogallo

Con i suoi classici cult come Lisbona e Porto, cosa c'è da non amare del Portogallo? Se la cucina da sogno, la cordialità della gente del posto e il clima mite non sono già sufficienti a tentarti, lo farà di sicuro la sua alta classifica sulla sicurezza LGBTQ. La Rainbow Map di ILGA Europe ha assegnato al Portogallo un punteggio del 62% per quanto riguarda i diritti LGBTQ: il Paese ha ottenuto buoni risultati nel riconoscimento legale del genere e nei diritti familiari, tra cui l'uguaglianza matrimoniale e l'adozione congiunta.

L'indice di Asher & Lyric posiziona il Portogallo al quinto posto grazie alle leggi sull'identità legale dei transgender e alle protezioni generali contro la discriminazione. Allora, che ne dici? Ci vediamo a sud, nell'Algarve, per un'estate da ricordare in uno dei paesi LGBTQ più sicuri al mondo? Sì, grazie!

Prenota ora il tuo soggiorno in portogallo

 

Regno Unito

Con quartieri gay iconici come Soho a Londra e The Village a Manchester, oltre ad alcuni dei più grandi e festosi Pride del mondo (stiamo guardando il Brighton Pride), è logico che il Regno Unito abbia una forte scena queer e sia sicuro per i viaggiatori LGBTQ.

Il matrimonio gay è stato legalizzato in Inghilterra e Galles nel 2013, in Scozia nel 2014 e in Irlanda del Nord nel 2020. In base ai dati di Equaldex, il Regno Unito gode di una serie di diritti LGBTQ, tra cui leggi anti-discriminazione, adozioni legali e cambio di sesso legale, solo per citarne alcuni. Quindi prenota un soggiorno nel Regno Unito in questa stagione, e ti sentirai al sicuro!

PRENOTA ORA IL TUO SOGGIORNO nel Regno Unito

 

Belgio

Sebbene il Belgio sia famoso per la birra e i waffle, il Paese è anche rinomato per essere una destinazione estremamente sicura per i viaggiatori LGBTQ. I diritti LGBTQ in Belgio sono considerati tra i più progressisti al mondo, tanto che ILGA Europe lo ha classificato terzo solo a Malta e Danimarca nella sua ultima Rainbow Map.

©Flickr/La Grand Place

Il Belgio è un luogo ideale per i viaggiatori LGBTQ e noi adoriamo la scena di Bruxelles! Trascorri le tue giornate passeggiando per il quartiere gay della città e stai certo di trovarti in un ambiente politicamente progressista e sicuro. Dopotutto, secondo l'indice di Asher & Lyric, il Belgio ha molti requisiti, tra cui la legalizzazione dei matrimoni gay, il riconoscimento delle adozioni, la tutela dei lavoratori e un tasso di omicidi trans pari a zero. Non c'è da stupirsi che l'indice lo collochi al 7° posto.

PRENOTA ORA IL TUO SOGGIORNO in Belgio

 

Norvegia

I dati di questo articolo sono stati raccolti prima dei violenti attacchi avvenuti di recente a Oslo. Assicurati di essere sicuro e orgoglioso e continua a lottare per creare un mondo più accogliente.

©Facebook/Imagination at Work

L'indice di Asher & Lyric colloca la Norvegia all'ottavo posto grazie alle ottime tutele LGBTQ di cui gode. Proprio come i paesi sopra citati, la Norvegia offre tutele per i lavoratori, matrimoni gay ed eccellenti diritti di tutela dei trans. Nell'ultimo rapporto di ILGA Europe, la Norvegia si posiziona ancora più in alto, a 4, per quanto riguarda i diritti LGBTQ, ottenendo risultati particolarmente buoni nel riconoscimento legale del genere.

Prenota ora il tuo soggiorno in norvegia

 

Spagna

Quando si parla di paesi gay-friendly, la Spagna è una sorta di OG. Se pensi a un luogo sicuro da visitare in Europa come viaggiatore LGBTQ, il tuo primo pensiero sarà probabilmente la Spagna. Dopotutto, il paese ospita un sacco di spiagge gay famose, grandi città LGBTQ come Madrid, Sitges e Barcellona e, ovviamente, il più grande Pride d'Europa, il Madrid Pride.

Ma dietro queste quinte, la Spagna ha anche molte tutele legali per i viaggiatori LGBTQ. ILGA Europe ha classificato la Spagna al 10° posto in termini di diritti LGBTQ complessivi, con particolari tutele nell'ambito del diritto di famiglia come l'uguaglianza matrimoniale, l'adozione congiunta, l'adozione del secondo genitore e il riconoscimento automatico dei co-genitori. Sei già convinto? L'indice di Asher & Lyrics si spinge oltre, classificandola al 9° posto. In ogni caso, ci vediamo in spiaggia per l'estate!

PRENOTA ORA IL TUO SOGGIORNO IN SPAGNA

 

Francia

Sebbene la Francia sia arrivata relativamente tardi alla legalizzazione dei matrimoni gay nel 2015, i diritti LGBTQ del Paese sono diventati sempre più forti. Mentre Parigi rimane la città più LGBTQ della Francia, altre città come Marsiglia e Nizza sono diventate più aperte nel corso degli anni, con Pride popolari che si svolgono ogni anno in ciascuna di esse.

In base all'indice di Asher & Lyric, la Francia ottiene buoni risultati su tutti i fronti per quanto riguarda i diritti LGBTQ, con la criminalizzazione dei crimini d'odio, le tutele legali per l'orientamento sessuale e l'identità di genere e ampie protezioni contro la discriminazione. Allora, che ne dici? La Francia ti chiama per questa stagione?

Prenota ora il tuo soggiorno in francia

 

I 10 non sicuri

Per i viaggiatori LGBTQ è importante sapere quali sono i Paesi da evitare in termini di sicurezza. Che sia a causa della punizione a morte per essere gay, dell'assenza di tutele sul posto di lavoro o di una generale sensazione di insicurezza durante il viaggio, l'indice di Asher & Lyric classifica questi paesi come i 10 meno sicuri per i viaggiatori LGBTQ.

1) Brunei

2) Nigeria

3) Kuwait

4) Arabia Saudita

5) Guyana

6) Malesia

7) Malawi

8) Tonga

9) Somalia

10) Libia

Ora che sai dove viaggiare in questa stagione, è il momento di trovare l'alloggio LGBTQ perfetto con misterb&b. Camere private, case intere, favolosi hotel LGBTQ-friendly: scegli tra 1 milione di annunci.

 

Weere, il tuo compagno di viaggio by misterb&b

Weere è la nuova funzione di misterb&b che collega la comunità LGBTQ+ globale. Cercate tra i locali e i visitatori LGBTQ+ e connettetevi per esplorare insieme. Trovate un compagno dall'altra parte della strada o del mondo con cui condividere l'avventura. Iscriviti e avrai la possibilità di pubblicare il tuo viaggio in una comunità di oltre 900.000 persone. Iscriviti gratuitamente o accedi con il tuo account misterb&b.

Rimani in contatto
Instagram Facebook Twitter

Indipendentemente da dove ti rechi, non dimenticare di aggiungerci su Instagram, Facebook e Twitter e di condividere le tue foto di viaggio utilizzando l'hashtag #ExperienceYourPride. Condivideremo le foto migliori con la nostra comunità globale di viaggiatori LGBTQ+! Condividi la tua storia di ospitalità o Local Tips le cose da fare nella tua città e crea un video per promuovere il tuo annuncio. Interessato? Allora inviaci un'e-mail a stories@misterbandb.com e ti risponderemo.

Annuncio pubblicitario
Soggiorna da gay a...
-
Annuncio pubblicitario