Guida turistica
Gay Berlino

Berlino gay

Per saperne di più

La crescita della Berlino gay è evidente in ogni parte di questa grande e accogliente città. La puoi notare nei musei, nei memoriali, nelle feste e nel mandato prolungato al sindaco apertamente gay Klaus Wowereit. In effetti Berlino è uno dei centri principali della vita e cultura gay nel cuore dell’Europa.

Questa città è dappertutto gay, ma dagli anni Venti il centro della vita gay di Berlino è Schöneberg. C’è un forte sentimento di comunità in questo quartiere gay, con i suoi caffè, bar, ristoranti e negozi gay. C’è così tanto da fare e vedere in questo vivace quartiere storico che dovrebbe comparire nella lista dei desideri di ogni gay.

Allo stesso tempo, dall’altra parte di Berlino, Kreuzberg e Neukölln si rivolgono a una scena LGBT più alternativa e bizzarra, con la zona intorno alla grezza Kottbusser Tor che ospita alcuni dei migliori gay bar di Berlino.


Berlino: capital della perversione!

La capitale tedesca è una mecca per la musica e per le feste, specialmente house e tecno. Berlino è una festa continua: molte discoteche hanno una clientela poligama e mista con pochi confini in termini di sesso e genere. Vi si trova anche il Berghain, spesso votato come il migliore locale notturno del mondo. Bisogna davvero crederci. Due volte all’anno, la discoteca organizza l’evento Snax, un’orgia gay e feticista come nessun’altra.

Di fatto quando si tratta di fetish e cruise bar, e di discoteche, questa città è la capitale della perversione (insieme ad Amsterdam!). Nella Berlino gay c’è spazio perfino per i feticisti più stravaganti che sono celebrati apertamente.

Non più che nel Folsom Europe, il party annuale per la comunità feticista internazionale che porta ammiratori della pelle a partecipare ad eventi e feste nelle strade di Schöneberg. È immediatamente seguito da HustlaBall, un evento di porno gay da club che attira a Berlino persone da tutto il mondo.


Orgoglio a Berlino

Per quanto riguarda qualcosa di più calmo, a giugno Berlino ospita il Christopher Street Day (CSD). Ufficialmente un momento per schierarsi contro la discriminazione, il CSD di Berlino rappresenta anche l’occasione per unire i festeggiamenti al Gay Pride in modo da prolungare le celebrazioni per due settimane.

Berlino è davvero la patria di una delle più grandi culture gay d’Europa e dev’essere vissuta almeno una volta nella vita. Sebbene l’inverno possa essere rigido, in qualunque momento dell’anno la visiterai, questa città sarà in pieno movimento.

Vuoi promuovere la tua attività nelle nostre guide?
Controlla il nostro programma Premium!